mercoledì 25 aprile 2012

Evil Strips: Comics 2

"Il maestro dice che soffro di isteria degenerativa, non sono d'accordo, il fatto di saper gioire delle proprie scoperte e delle proprie elucubrazioni è fonte di divertimento e sommo appagamento dell'ego...cosa me ne frega se quei fricchettoni di "diabologia applicata" non apprezzano le mie fragorose risate...
Il grande sapiente mi ha dato questo libro illustrato...dice che forse può tenere sotto controllo la degenerazione..."
Rysath Fragors
novizio ai culti di Rhevlan


godetevi un'altre divertente striscia degli evil!!

lunedì 23 aprile 2012

La pagina del "Malvagio Staff!"

"Certa gente pensa ancora che il cattivo di turno manovra tutti i fili da solo, non si rendono conto dell'enormità del lavoro che c'è dietro un'impresa di malvagi, insomma, c'è bisogno di un solido gruppo per sperare di conquistare il mondo. Come dividerselo sarà un problema da risolvere solo dopo, meglio prima unirsi per prendere a calci qualche scintillante fondoschiena di paladino!" 

Inauguriamo la pagina dello staff, tutti coloro che lavoro per il progetto "The Evil Company" sono qui riportati, insieme ai collaboratori esterni, coloro che ci sostengono e in qualche modo partecipano al miglioramento del progetto.

Il motivo della creazione di questa pagina è duplice. Prima di tutto per far capire a tutti coloro che ci seguono chi c'è dietro il progetto e secondo per proporci e farci conoscere. Siamo un gruppo di artisti polivalenti e sia mai che qualcuno si dimostri interessato a contattarci per lavoro. Anche i malvagi non vivono di sola aria!


Spero che questa iniziativa vi sia gradita e che non vedevate l'ora di scoprire chi si cela dietro il progetto. In attesa dei vostri commenti vi saluto.

E mi raccomando, parlate di noi ai vostri amici se ci tenete a riavere il vostro Fuffi...

"MUAHAHAHAAHAH! AAAAAAAAAAAAAAArgh ma dai! L'ha fatta di nuovo sul tappeto!"

giovedì 19 aprile 2012

Evil Strips: Comics 1

"Mentre guardavo la rivista pubblicata con il mensile dei seguaci di Rhevlan ho trovato un vecchio almanacco stilato da un antico seguace, un pazzo sicuramente, del quale non rimane che un misero libro con delle regole su come diventare un "buon malvagio"...
Questa porcheria potrebbe servire sicuramente a un qualche iniziato da strapazzo con troppe mire verso l'alto e con troppe intenzioni di sacrificarsi rapidamente, pertanto, sono spinto a incenerire il manoscritto e non farlo vedere a nessuno...tuttavia trovo le illustrazioni stilate dal suddetto autore alquanto interessanti.
Pensandoci bene però potrei mostrarle ai novizi. Di sicuro quegli sprovveduti ne seguiranno i consigli finendo per distruggersi da soli. Penso proprio che farò così, almeno leggerò la mia rubrica preferita "manutenzione del proprio golem" in santa pace..."
Averan Sillis
grande sapiente di Rhevlan



Come potete vedere abbiamo deciso di inserire una nuova sezione dedicata a brevi strisce sulle comiche avventure degli Evil.
Speriamo che queste brevi storie vi facciano sorridere mentre leggete le nostre avventure, l'idea è nata (sotto "insistente" richiesta del master) dal voler mostrare quelle parti tragicomiche che sono intrinseche nei personaggi malvagi (clichè, archetipi o regole di fondo) che sotto sotto ci fanno sempre ridere quando pensiamo ai cattivoni o alle regole di D&D.
I disegni sono realizzati da Calogero Burgio (alias Arcanus, cioè me!!) e spero che vi piacciano e vi facciano ridere.
Buon divertimento.

martedì 17 aprile 2012

Gli Evil si vampirizzano: Assedio

"COLPO DI SCENA!

Il Vescovo Primosz ha fatto la sua comparsa a Milano reclamando il titolo di Arcivescovo, screditando l'attuale Arcivescovo di Pavia Malaspina e accusandolo di essere un traditore e di aver complottato per usurpare il titolo.
La notizia ha scosso dalle fondamenta la Setta intera, e la frattura tra chi parteggia per Milano e chi invece vorrebbe Malaspina si intensifica: tante sono le critiche mosse al ridesto Primosz, prima fra tutte la decisione rimandata a lungo di non palesarsi bensì di nascondersi dietro la falsa identità di Nero. In altre circostanze probabilmente sarebbe stato messo sotto processo insieme al suo ex-delfino Malaspina, ma la sorte ha deciso diversamente: c'è ancora la questione della Mano Nera divisa tra Spagnoli e Italiani, e a tale proposito solo una visita a Pavia, in forze, potrà fare luce sull'intrigo che risiede dietro questa brutta e sanguinosa guerra civile dell'alta Italia.
Il colpo di maglio di Milano in cerca di riscatto e di Primosz in cerca di vendetta colpirà Pavia con tutta la sua furia, travolgendo la città in una vera e propria ondata di sanguinaria brutalità.

Tuttavia... Malaspina tace ancora, chi dice tremante di paura per l'incombente vendetta di Milano... altri sostengono non sarà così facile penetrare la città delle 100 torri.


Ad ogni modo, sarà un bagno di sangue come mai visti in passato!!!"


venerdì 13 aprile 2012

1°Capitolo: Svegliarsi in un incubo (1°Parte)

"Ecco finalmente è saltato fuori il vero primo capitolo, era giorni che lo cercavo nel mio grigio archivio. Odio questa convenzione che impone che le biblioteche o archivi dei malvagi siano tutti impolverati, farà anche scena ma ogni volta rischio di soffocarmi con tutta la polvere che alzo!"

Come vi avevamo promesso ecco la prima parte del primo capitolo totalmente rivisto per meglio integrarsi nelle cronache Evil. Che ne pensate?

mercoledì 11 aprile 2012

Chapter 5: The Emerald Isles (2nd Part)

Requiem was climbing the stairs when he felt something vibrate under the armor; pulling out his soul's stone he noticed that it was shining of a faint light and it was moving as it was alive.
On the deck, even Bear and Arcanus felt the stones vibrate. Arcanus pulled his stone out of the bag where he kept the magical ingredients, taking it with two fingers and looking at it fascinated; while Bear held it firmly in his big hand, as if he had been afraid that it could escape, but at the same time disturbed by the strange behavior.
They were joined by their dark companion, who with a grim expression clutched the stone in his fist. He threw glances around to make sure that none of the sailors eyed the stone. There was no need to have it stolen by a small time crook. In the end, it was his soul at stake.

martedì 10 aprile 2012

Ristrutturazione delle cronache!

"Questo mese ho già dato fuoco a tre bibliotecari, ormai non li fanno più come una volta, ma peggio ancora non fanno bene il loro lavoro, cioè tenere in ordine il mio vasto archivio ed assicurarsi che le cronache siano riportate fedelmente. E invece cosa scopro??? Che hanno sbagliato, che si sono confusi, che mi hanno preso in giro!!! Così ho dato fuoco al primo, lavorava per me da duecento anni, ovviamente in prova. Il secondo ha resistito solo pochi giorni, poi ho trovato un'orecchietta in un libro e non sono riuscito a trattenermi. Il terzo è durato ancora meno!! Cosa ha combinato?  Non mi piaceva assolutamente il suo taglio di capelli."
---
Le cronache, cari nostri lettori subiranno una piccolissima revisione, ci siamo accorti di alcuni piccoli errori in giro e di alcuni riferimenti che si rifacevano alla precedente e non ancora definitiva ambientazione dei nostri racconti. Insomma, niente di epocale: un nome lì, un termine là, tranne il primo capitolo. Come autore mi sono reso conto che non era assolutamente adeguato alle cronache e al resto dello stile Evil.

Era una fedele trascrizione di quanto successo nella prima sessione di gioco che ha dato vita agli Evil, ma non è assolutamente adatto per iniziare un'epica cronaca come quella di "The Evil Company". Indi per cui mi sono messo sotto a rimaneggiare il primo capitolo, ampliandolo e allargandolo in modo da permettere a tutti di capire meglio su cosa si basa la nostra storia.

Entro pochi giorni, posterò la prima parte del nuovissimo primo capitolo. Si chiamerà sempre "1°Capitolo: Svegliarsi in un incubo", mentre l'attuale post con questo nome verrà rinominato: "La partita che diede vita agli Evil"

Spero di leggere molti vostri commenti e pareri!

venerdì 6 aprile 2012

Nuovo e vecchio logo Evil a confronto!

"Ogni tanto mi convinco a portare il drago a fare un bel lavaggio, cera sulle scaglie con smerigliatrice, pulizia dei denti da tutti quei fastidiosi resti di paladino e massaggio rinvigorente per le ghiandole infuocate. Insomma, lo vizio, ma che ci volete fare, ogni tanto bisogna cambiare abbigliamento o immagine. Anch'io ogni tanto me lo concedo, cambio il consueto mantello color nero abbissale con un più allegro grigio scuro distese di cenere. Eh già, sono proprio alla moda."

Cambia tutto, le stagioni, i film al cinema, le abitudini, alcune in peggio come la benzina o lo stipendio, ma non soffermiamoci sulle cose brutte. Oggi abbiamo dato una rinnovata al logo del blog come potete vedere sopra. Se qualcuno ha la sensazione di averlo già visto, non si preoccupi, non è pazzo! (almeno non più di me o del folletto che mi mordicchia i piedi) Infatti questo nuovo logo è stato esposto in anteprima al Cartoomics! Magari alcuni di voi ci hanno incontrati lì o più probabilmente avete visto le foto del post fiera qui sul nostro blog.
La nuova immagine è colma di dettagli e ben rappresenta la crescita di tutto il gruppo. Andiamo ad analizzare insieme le due immagini per vedere cos'è cambiato!


martedì 3 aprile 2012

EvilArts-Guardino: warhammer 40k tribute 4

"Siamo sotto attacco! Ripeto, qui colonnello Arhinot Vety, dodicesimo Vallardiano. Forte Aquila Q21 è sotto l'attacco di forze aliene sconosciute, sono sorte dal terreno e hanno attaccato il perimetro esterno senza tentare nessun contatto diplomatico. Sembrano macchine, ricordano vagamente nella forma un umano scheletrico ma sono totalmente fatti di metallo, le loro armi emettono fasci di energia verde che smolecolano tanto la carne quanto il metallo. Abbiamo organizzato una resistenza nella piazza Solar ma non riusciamo ad infliggere ferite rilevanti al nemico, continuano a rialzarsi come animati da spiriti maligni. Questa non è una richiesta di aiuto ma una richiesta di bombardare tutto il pianeta ormai condannato. Tutte le città, presidi e caserme sono state attaccate simultaneamente, quasi tutte hanno già cessato di rispondere. 
La situazione è disperata e merita una situazione disperata, iniziate il bombardamento a tappeto. Noi ci porteremo più xeno che possiamo nella tomba. Per l'Imperatore!"
-Ultimo messaggio del colonnello Arhinot Vety da Forte Aquila Q21.


Torniamo nuovamente a parlare del lontano futuro, tema questa volta del tribute è un misterioso Necron. Una razza che in Warhammer 40K ha giaciuto dormiente per 60 milioni di anni in attesa che l'universo si ripopolasse per mietere nuovamente le giovani civiltà. Guardino, il nostro disegnatore e autore di questi tribute, dopo uno studio dell'estetica di questi alieni meccanici ha deciso di mantenersi sul classico guerriero Necron, alla fine nulla incute più timore di una schiera infinita di macchine dai volti uguali e impassibili no? Terminetor rule.
La posizione accovacciata serve a dare l'idea prima di tutto che sta realmente uscendo dal terreno per poi ricordare nella figura ingobbita i più classici morti viventi. Il fucile gauss che brandisce riluce di un verde alieno, purtroppo in questa fase non lo potete ancora ammirare ma il risultato finale varrà sicuramente l'attesa. Ve l'assicuro.

Concludiamo con il solito estratto dal sito ufficiale Games Workshop riguardo l'esercito dei necron.

Necron:
I Necron sono un'antica potenza galattica che un tempo dominava le stelle. Per innumerevoli millenni i Necron sono stati in letargo all'interno dei loro mondi tomba, ma adesso stanno lentamente risvegliandosi, con l'unico intento di far estinguere tutte le forme di vita della galassia. I Necron colpiscono senza preavviso, avanzando in sinistri ranghi ed utilizzando senza scrupoli sulle vittime le loro arcane armi.